+Europa: ecco i candidati per Camera e Senato nel nostro collegio

Ecco i candidati alle prossime elezioni politiche, con le relative presentazioni, della lista “+Europa con Emma Bonino”.

Camera - Piemonte 2 – 01 (Alessandria, Asti, Cuneo, Alba)

Antonella SOLDO

Nata a Foggia nel 1986, laureata in Filosofia. Collaboratrice del Senatore Luigi Manconi presso la Commissione straordinaria per la promozione e la tutela dei diritti umani. È Presidente di Radicali Italiani, coordinatrice del Radical Cannabis Club e membro del Consiglio Generale dell’Associazione Luca Coscioni. Nel 2016 ha curato per le Edizioni dell’Asino il volume “Un vuoto dove passa ogni cosa”, antologia di scritti di Mariateresa Di Lascia, con prefazione di Goffredo Fofi.

Igor BONI

49 anni, laureato in agraria, è Amministratore Unico dell’Istituto per le Piante da Legno e l’Ambiente del Piemonte (IPLA), una Società regionale nella quale lavora dal 1994.

Militante del Partito Radicale dal 1986, si è occupato in particolare, di tematiche ambientali (protezione del suolo e del territorio, risparmio idrico e politiche energetiche), di diritti umani e civili e di politica internazionale. Nel 2017 ha visitato quasi tutte le carceri piemontesi per verificare il rispetto dei diritti dei detenuti e degli agenti di polizia penitenziaria. Ha lanciato l'appello "Assad all'Aja" per chiedere l'intervento del Tribunale Penale Internazionale in SIria. Negli ultimi anni ha promosso, con successo, le campagne contro le firme false di Michele Giovine, sulla trasparenza delle istituzioni, sull’anagrafe degli eletti e dei nominati, sul registro dei testamenti biologici, sulla legalizzazione della Cannabis, sulle unioni civili e sull’eutanasia legale. Nel 2017 ha contribuito attivamente al successo della campagna “Ero Straniero” lanciata da Emma Bonino con l'obiettivo di cancellare la Legge Bossi/Fini sull'immigrazione. E' Coordinatore dell'Associazione radicale Adelaide Aglietta e fa parte della Direziona nazionale di Radicali Italiani. 

Giulio MANFREDI

nato a Murazzano (CN), 56 anni, funzionario regionale. Si iscrive per la prima volta al Partito Radicale nel 1982; da allora è in servizio permanente effettivo. Ha promosso o partecipato a tutte le iniziative radicali, a tutte le campagne referendarie. Negli anni ’80 del secolo scorso si è battuto contro l’inquinamento del fiume Bormida da parte dell’ACNA di Cengio. Nel 1989 ha organizzato con Carmelo Palma le liste antiproibizioniste in Piemonte. Esperto della legislazione sulle tossicodipendenze, ha fornito e fornisce consulenza in materia a Radicali Italiani. Da anni si batte per l’attuazione della legge sulla trasparenza nella pubblica amministrazione; ha presentato numerosi “accessi civici” inerenti la realizzazione della Sede Unica della Regione Piemonte e la Fondazione del Libro di Torino. Appassionato delle vicende dell’ex-Jugoslavia, nel 2003 ha scritto il libro “Telekom Serbia: Presidente Ciampi, nulla da dichiarare?” (edizioni Stampa Alternativa/Nuovi Equilibri, postfazione di Marco Pannella). Fa parte della Giunta dell’Associazione radicale Adelaide Aglietta di cui è stato segretario.

Beatrice PIZZINI

60 anni, sposata, è nata e vive a Torino. Radicale prima ancora di diventare maggiorenne. È consigliera e socia fondatrice dell’associazione Soomaaliya onlus, attiva dal 2002. L’associazione si occupa di cooperazione con i paesi in via di sviluppo, in particolare con la Somalia. Per conto dell’Associazione Soomaaliya partecipa al coordinamento regionale Non Solo Asilo che ha lo scopo di intraprendere azioni per l'esigibilità dei diritti dei richiedenti asilo, rifugiati politici e titolari di protezione internazionale, sensibilizzando le istituzioni e la società civile sul tema del diritto d'asilo. Nel 2000 fonda con altre donne l’associazione dei Bed and Breakfast del Piemonte. Ha sempre creduto fortemente nel potere del fare le cose insieme ad altri ma soprattutto insieme ad altre donne e l’esperienza sia in Federalberghi che nell’Associazione Donne nel Turismo ne sono state una conferma. I progetti concreti sono una sfida a cui non sa resistere.

Senato - Piemonte – 02 (Vercelli, Novara, Cuneo, Alessandria)

Carmelo PALMA

nato a Torino da una famiglia operaia nel 1968, nel quartiere di Mirafiori, dove i genitori vivono tuttora. È laureato in Filosofia con una tesi sul pensiero politico di Socrate.  Si è iscritto al Partito Radicale a 17 anni. È sposato con Patrizia, che insegna Storia dell’arte moderna all’Università di Cassino. A 24 anni è diventato consigliere comunale a Torino durante la prima Giunta Castellani, nel gruppo laico-liberale di Alleanza per Torino, insieme, tra gli altri, a Elsa Fornero. Tra il 2000 e il 2005 è stato consigliere regionale del Piemonte, eletto nella Lista Emma Bonino. Collabora da 12 anni con Benedetto Della Vedova, attuale sottosegretario agli Esteri, sia nell’attività istituzionale, sia in varie iniziative di cultura e iniziativa politica liberale, liberista e libertaria, dai Riformatori Liberali (2006), all’Associazione Libertiamo (2009). Dal 2013 è direttore responsabile della rivista Stradeonline.it, quotidiano telematico di analisi politico-economica e del suo supplemento bimestrale Strade.

Filomena GALLO

49 anni, avvocato cassazionista esperta in biodiritto e diritto di famiglia e diritto internazionale. Dal 2011 è Segretario dell’Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica. Ha lavorato in qualità di esperta per l’ufficio legislativo del Ministero delle Politiche Comunitarie e per l’ Agenzia Italiana del Farmaco. Ha insegnato per 10 anni presso l'Università di Teramo Legislazione ed etica nelle biotecnologie in campo umano. Dal 2004 ha difeso le coppie dai divieti imposti dalla legge sulla procreazione medicalmente assistita,  ottenendo molte delle decisioni che hanno cambiato la legge 40 con interventi della Corte costituzionale e della Corte EDU. Grazie a tutte le modifiche della legge 40 tramite sentenze di incostituzionalità, nel 2015 sono nati in Italia circa 13 mila bambini. Attualmente coordina il collegio legale di difesa di Marco Cappato e Mina Welby.

Irene Abigail PICCININI

45 anni, nata a Torino, ha studiato filosofia e storia del pensiero ebraico a Torino, Heidelberg e Gerusalemme; dopo il dottorato di ricerca, è stata visiting scholar a Glasgow University (UK) e, nel 2006, ha insegnato bioetica alla University of Missouri/St. Louis (USA). Da più di quindici anni lavora come traduttrice editoriale dall’inglese e dal tedesco.

Militante radicale dal 1993, si è occupata in particolare di diritti civili e di bioetica, di welfare e di parità di genere. Nel 2000, alla fondazione dell’Associazione radicale Adelaide Aglietta, ne è stata la segretaria-reggente. Fa parte del gruppo di lavoro sul welfare e del comitato nazionale di Radicali italiani.

Silvio Viale

nato a Cuneo, medico ginecologo, responsabile del Day Hospital e del servizio per la legge 194/78 dell’Ospedale S.Anna di Torino. Particolarmente impegnato sui temi di inizio e fine vita. Si è battuto con successo per l’introduzione in Italia dell’aborto farmacologico attraverso la pillola RU486. Primo firmatario della delibera di iniziativa popolare per l’istituzione del registro dei testamenti biologici presso il comune di Torino, avvenuta nel 2011 (prima città in Italia). E’ stato consigliere comunale a Torino prima nei Verdi e poi come radicale eletto nel PD. Dirigente di Radicali Italiani, dell’Associazione Luca Coscioni e di Exit-Italia. Per anni presidente dell’Associazione Radicale Adelaide Aglietta.