+Europa lancia il simbolo a Cuneo

Nel tardo pomeriggio di oggi, 15 febbraio, la lista +Europa si è presentata agli elettori cuneesi presso la sede della Fondazione Delfino, in corso Nizza. La formazione della leader braidese Emma Bonino fa parte della coalizione di centrosinistra. In seguito alle iniziali difficoltà la battagliera politica radicale ha raccolto intorno a sé un consenso crescente e oggi i sondaggi danno +Europa oltre lo sbarramento del 3%, soglia minima per entrare in Parlamento alle elezioni del 4 marzo.

I candidati si sono presentati davanti a una quarantina di persone. Silvio Viale, candidato al Senato: "Il punto di riferimento è l'Europa. Siamo l'unica alternativa per chi vuole rimanere nell'unione Europea senza se e senza ma".  Antonella Soldo, presidente dei Radicali Italiani: "La nostra non è solamente un'alternativa elettorale, ma anche culturale". Carmelo Palma, capolista al Senato Piemonte 2: "Quando lanciammo +Europa anche gli osservatori più indulgenti ci vedevano come degli autolesionisti. Oggi non è più così". Beatrice Pizzini, torinese, candidata alla Camera dei Deputati: "Sono radicale da sempre. Il tema dei migranti mi è molto caro. Credo che la sfida sia il governare l'immigrazione in modo lungimirante". 

Tra i candidati anche Giulio Manfredi, funzionario della Regione Piemonte: "Fui folgorato da Pannella quando disse 'occupiamoci dell'Africa, altrimenti sarà lei a occuparsi di noi'". L'incontro è stato moderato dagli attivisti Maria Cristina Pasi e  Filippo Blengino. Presente anche l'assessore al Comune di Cuneo Mauro Mantelli in qualità di rappresentante del Partito Democratico:  "Quella con +Europa è un'alleanza di grandissima importanza".