Marco Filippa: 'Firmare per la presenza di +Europa significa lottare per la democrazia'

L'esponente radicale cuneese si esprime sulla raccolta firme per la sua lista

 

Marco Filippa: 'Firmare per la presenza di +Europa significa lottare per la democrazia'

 

E' notizia di queste ore la decisione della lista "+Europa" che fa capo ad Emma Bonino di correre da sola alle prossime elezioni politiche, anzichè in alleanza con il Partito Democratico, come appariva ormai certo. Non si tratta, tuttavia, di una precisa scelta politica, bensì di una questione di convenienza legata alla nuova legge elettorale (il Rosatellum bis) ed in modo particolare a ciò che essa prevede in relazione alle firme necessarie per essere presenti sulla scheda elettorale per quelle forze non riconducibili a gruppi parlamentari.

Sostanzialmente, una nota dei Radicali Italiani (una delle tante stelle della galassia radicale che ha dato origine alla lista europeista) spiega come, quella della corsa in solitaria, sia l'unica via possibile per tentare di riuscire ad essere presenti alla consultazione elettorale del prossimo 4 marzo.

Cuneodice.it ha interpellato Marco Filippa, esponente radicale cuneese e probabile prossimo candidato in uno dei collegi uninominali della Granda. "Da ieri sono in stretto contatto con Roma e le informazioni che abbiamo sono ancora piuttosto frammentarie. Ci siamo tuttavia già attivati per la raccolta delle firme perchè quella che abbiamo davanti è una vera e propria corsa contro il tempo. Si tratta innanzitutto di una battaglia di civiltà e per la democrazia che invitiamo tutti a combattere. Apporre la propria firma per la presenza di +Europa alle prossime elezioni politiche, non significa affatto votare quella lista, ma semplicemente consentire la presenza di una forza che ha fatto la storia della repubblica italiana".

 Tratto da cuneodice.it